Vai al contenuto
-10% di sconto sul tuo primo ordine se ti iscrivi alla nostra newsletter
-10% di sconto sul tuo primo ordine se ti iscrivi alla nostra newsletter
Come funzionano le maschere antigas?

Come funzionano le maschere antigas?

Le maschere antigas possono essere un dispositivo di sicurezza fondamentale per chi lavora con sostanze chimiche tossiche. Esistono due tipi di maschere antigas: a tenuta stagna e a purificazione dell'aria. Il primo tipo di maschera è più facile da respirare. Il secondo tipo fornisce un filtro che protegge dalle sostanze chimiche tossiche.

I potenti respiratori a purificazione d'aria sono i più facili da respirare

Un respiratore a purificazione d'aria alimentato (PAR) è più facile da indossare rispetto a una maschera antigas. Questi dispositivi funzionano soffiando aria attraverso un filtro e sono alimentati da una batteria. Questi sistemi sono dotati di una ventola che favorisce il flusso d'aria. I filtri sono simili a quelli delle maschere antigas e l'N95S filtra il 95% delle particelle. Prima di acquistare un PAPR, assicurarsi di leggere l'etichetta per conoscere i rischi per i quali è stato progettato.

Uomo con maschera antigas arrugginita

Il respiratore a purificazione d'aria potente più comune è il PAPR. I PAPR sono progettati per proteggere da sostanze chimiche e gas pericolosi. Possono essere indossati sul viso o sulla cuffia e richiedono che l'utilizzatore porti con sé una batteria e un apparecchio. Il vantaggio principale dei PAPR è l'eccellente protezione personale e la qualità dell'aria filtrata è pari o superiore a quella degli elastomeri e degli N95. La vestibilità di un PAPR può variare: alcuni sistemi PAPR sono progettati per essere larghi e altri più rigidi.

Un respiratore alimentato per la purificazione dell'aria può essere facile da indossare ed efficace per una serie di lavori. Il respiratore alimentato per la purificazione dell'aria easy-blow è uno di questi dispositivi ed è un'opzione leggera e confortevole che è anche molto efficace. A differenza dei copricapi, non richiedono test di adattamento e sono compatibili con gli occhiali.

Un respiratore ad aria compressa deve essere comodo e facile da pulire. Il design di un PAPR deve soddisfare le esigenze funzionali di diversi utenti, come il personale addetto alla manutenzione. Gli utenti devono anche essere in grado di pulire e testare facilmente il dispositivo. Alcuni PAPR richiedono una batteria che si aggancia a una cintura a nastro. Un altro modello include un turbo soffiatore con un tubo di respirazione. Un design più semplice sarebbe più facile da usare e meno soggetto a errori da parte dell'utente.

Collezione di maschere antigas militari

I respiratori a purificazione d'aria sono di diversi tipi, con vantaggi e svantaggi differenti. Alcuni sono più facili da indossare e meno costosi, ma non sono altrettanto protettivi. Un respiratore per particelle è efficace solo quando l'aria è pulita e il livello di particelle è basso. Il respiratore N-95 con filtro in testa è uno dei tipi più diffusi di questi dispositivi e viene spesso utilizzato negli ospedali per proteggere i pazienti dagli agenti infettivi. Un altro tipo di respiratore per particelle è il respiratore a purificazione d'aria, che pulisce l'aria mentre si respira.

I respiratori sfusi creano una tenuta stagna con il viso e il collo

Un respiratore largo è un respiratore che si adatta in modo lasco al viso e al collo. Il respiratore aderente è più aderente e forma una chiusura ermetica sul viso e sul collo. Le perdite interne possono verificarsi attraverso l'elemento del filtro dell'aria, la guarnizione del viso o la cucitura del RIC. Il fit test è stato eseguito secondo il protocollo OSHA e il livello di superamento è stato pari a 100.

I respiratori a pieno facciale presentano una serie di vantaggi rispetto ai respiratori 95 N95. Possono essere puliti e disinfettati più facilmente, sono più comodi e consentono ai lavoratori di indossarli anche con i peli del viso. Inoltre, hanno un fattore di protezione assegnato più elevato rispetto ad altri tipi di respiratori di controllo. Questo vantaggio li rende ideali per le emergenze in cui i test di adattamento sarebbero lunghi e inefficaci.

I Papr più recenti utilizzano un ventilatore alimentato a batteria per aspirare l'aria ambiente attraverso un filtro e indirizzarla nella zona di respirazione formata dalla maschera facciale o dalla cuffia libera. Il ventilatore dei PAPR può essere variabile o costante, ma il flusso d'aria richiesto per l'approvazione del PAPR deve essere di almeno 115 l * min-1.

I respiratori a purificazione di energia funzionano in una varietà di ambienti. Sono utilizzati in settori quali l'assistenza sanitaria, l'edilizia e la riparazione di autoveicoli. In uno studio condotto su uomini e donne, questi hanno indossato tre diversi PAPR a tre diversi livelli di dispendio energetico, monitorando continuamente il consumo di ossigeno, la pressione di fine inalazione e la temperatura.

Come funzionava una maschera antigas durante la Seconda Guerra Mondiale

Il filtro offre protezione contro le sostanze chimiche tossiche

Le sostanze chimiche tossiche sono una causa comune di problemi respiratori, ma il filtro di una maschera antigas può proteggere chi la indossa dalle tossine e da altri contaminanti. I filtri utilizzati nelle maschere antigas sono testati per verificarne l'efficacia e la sicurezza in condizioni specifiche. Alcuni filtri possono contenere amianto o cromo e i filtri obsoleti possono non essere efficaci come quelli testati secondo le normative vigenti.

I filtri utilizzati nelle maschere antigas combinano filtrazione chimica e meccanica per separare i diversi contaminanti dall'aria. Tuttavia, la loro complessità interna li rende costosi. Sebbene le maschere antigas siano efficaci nel ridurre la quantità di sostanze chimiche tossiche respirate da una persona, un filtro può non offrire una protezione adeguata e può perdere.

Le maschere antigas con carbone attivo, filtri SPUNBond e bombole sono efficaci nel ridurre le sostanze chimiche tossiche presenti nell'aria. Proteggono da una serie di gas, tra cui SOX, NOX e COX. Inoltre, una maschera antigas con carbone attivo può ridurre la quantità di metalli nocivi nell'aria.

I materiali filtranti per le maschere antigas includono carbone, carbone attivo e carbone trattato con cromo. Il carbone può essere trattato per assorbire specifici composti chimici, come il cianuro di idrogeno, il cloruro di cianogeno e la formaldeide. Tuttavia, questo processo non è più praticato a causa delle preoccupazioni sulla tossicità del cromo. Il carbone attivo trattiene anche ioni metallici e zinco.

Manutenzione della maschera antigas

Una delle parti più importanti di una maschera antigas è la guarnizione facciale, che deve essere pulita regolarmente. È inoltre necessario ispezionare la maschera per verificare la presenza di eventuali danni e stringere le connessioni prima di utilizzarla. È inoltre necessario sostituire le parti danneggiate o che non funzionano più correttamente. È anche possibile utilizzare una soluzione di candeggina per disinfettare le parti.

Manutenzione della maschera antigas

La pulizia e la manutenzione di una maschera antigas sono semplici, ma devono essere eseguite regolarmente per evitare ulteriori danni. Il modo più comune ed efficace per pulire una maschera antigas è lavarla con acqua e sapone per piatti. Questi detergenti, infatti, rompono la tensione superficiale dell'acqua. Evitare l'uso di prodotti chimici.

Articolo precedente PALS vs MOLLE: qual è la differenza?
Articoli successivi Come usare una bussola militare

Lascia un commento

* Campi obbligatori

Confronta i prodotti

{"one"=>"Seleziona 2 o 3 elementi da confrontare", "other"=>"{{ count }} elementi selezionati su 3"}.

Selezionare il primo elemento da confrontare

Selezionare il secondo elemento da confrontare

Selezionare il terzo elemento da confrontare

Confronto